Monografie

Monografie

Approfondimenti monografici dedicati a singole piante.
Le monografie di Natural 1 propongono un'analisi completa, con riferimenti storici, geografici, analitici, clinici, tossicologici e ampia iconografia di una specifica pianta.

Melittis melissophyllum. Antispasmodico a tropismo vascolare

Le potenzialità terapeutiche di questa lamiacea diffusa anche in molte regioni italiane, la cui composizione chimica è caratterizzata dalla presenza di flavonoidi e cumarine, si rivolgono all’apparato vascolare, in particolare nei disturbi legati all’insufficienza vaso-linfatica.

La propoli: storia, proprietà, utilizzi

Un insieme di sostanze naturali opportunamente trasformato dalla filiera produttiva dell’alveare, che alcuni Autori considerano come il sistema immunitario esterno delle api, e che possiede proprietà medicamentose conosciute e sfruttate dall’uomo per la sua salute fin dall’antichità. La moderna ricerca scientifica indaga oggi per identificare gli innumerevoli componenti della propoli e svelare i complessi meccanismi delle sue attività biochimiche e biologiche.

Impiego clinico di un estratto gastroprotettivo di Vaccinium macrocarpon nelle infezioni vescicali

L'applicazione clinica di un estratto di cranberry per valutare la sua attività di trattamento e prevenzione di diversi tipi di cistite ne evidenzia le potenzialità terapeutiche, in particolare nei confronti delle manifestazioni ricorrenti.

Il cranberry nelle infezioni del tratto urinario

Da importante alimento dei nativi americani a rimedio chiave nelle infezioni delle basse vie urinarie, il mirtillo americano è al centro di numerose ricerche sulla sua attività antiadesiva nei confronti di E. coli e di altri microrganismi responsabili di questi disturbi, che colpiscono più frequentemente le donne e spesso sono recidivi.

Luppolo e birra

L’utilizzo del luppolo per la preparazione della birra è una pratica che risale al Medioevo, ma le proprietà salutistiche di questa pianta sono state a lungo considerate semplice folklore. La caratterizzazione di un potente agente estrogenico nel luppolo e nella birra, tuttavia, ha innescato un processo di rivalutazione del potenziale medicinale e alimentare di questa pianta, che attraversa attualmente un periodo di grande interesse.

Olio d'oliva: alimento o farmaco?

Da diversi anni l’interesse dei ricercatori è focalizzato sulla comprensione del perché un corretto stile di vita e una dieta sana, consentano di ridurre l’incidenza di alcune malattie associate allo stress ossidativo, come il cancro e le patologie del sistema cardiovascolare.
Un ruolo centrale in questi studi è stato assunto dalla dieta mediterranea, che è caratterizzata da un uso consistente di olio d’oliva. Quest’olio è estremamente particolare nella sua composizione perché caratterizzato da un altissimo contenuto di acido oleico, ma anche da una piccola percentuale di composti fenolici.
Recentemente, questi ultimi sono diventati un bersaglio molto importante della ricerca, in quanto a essi vengono attribuite numerose proprietà antiossidanti.

Pagina 3 di 6

Area Riservata Abbonati GOLD



Entra nella Photo Gallery!

Nuova fotogallery 2014

Sfoglia la Raccolta Phytotherapy Reviews

Sfoglia la Raccolta Phytotherapy Reviews

Abbonamenti

Abbonamento basic
Abbonamento gold

Abbonamento studenti