Ricerca

Ricerca

"Quanto più profondamente penetriamo nel mondo submicroscopico, tanto più ci rendiamo conto che il fisico moderno, parimenti al mistico orientale, è giunto a considerare il mondo come un insieme di componenti  inseparabili, interagenti e in modo continuo, e che l'uomo è parte integrante di questo sistema" da: Il Tao della fisica di Fritjof Capra ed. Adelphi - ed. Aboca.
Talvolta i giudizi dati dai ricercatori  sono basati solo su singole sostanze presenti  nella pianta e non sulla pianta nella sua complessità, totalità ed integrità. Oggi un prodotto, con una base di medesimi contenuti,  potrebbe essere  considerato "integratore alimentare" o "farmaco vegetale"  in base alle legislazioni vigenti  nei diversi Paesi in cui viene commercializzato.Non dobbiamo guardare il mondo della ricerca solo con la  luce intrappolata di un piccolo led. E' più che mai necessario aprirsi  a tutto il mondo. Perciò parte degli articoli che troverete in questa sezione anche in lingua originale, sono stati tratti dalla nostra sezione "English section".

Estratti vegetali in nutraceutica e cosmetica. Una selezione di tesi sperimentali del dipartimento di farmacia dell’Università degli Studi di Salerno

Nuovi ingredienti e materie prime naturali per formulare integratori e cosmetici: in questa sintesi di due lavori di tesi presentiamo un nuovo esempio di sinergia tra il mondo della ricerca universitaria e quello della produzione industriale.

Antiossidanti. Protezione delle cellule eucariotiche dai radicali liberi e attività antibatterica verso Helicobacter pylori

I vegetali contengono numerose sostanze ad attività antiossidante: in particolare i flavonoidi hanno evidenziato la loro azione preventiva in situazioni patologiche in cui è implicato principalmente lo stress ossidativo e in questo studio rivelano potenzialità di protezione nei confronti degli spermatozoi umani e una spiccata attività antibatterica.

Commiphora erythraea. Isolamento e determinazione di furanosesquiterpeni ad attività antivirale (parte 2)

Dopo l’analisi fitochimica dell’oleoresina presentata il mese scorso, nella seconda parte dell’articolo saranno prese in considerazione alcune problematiche relative alle infezioni virali e le azioni biologiche dei composti presenti in Commiphora sui virus specifici.

Potenziali strategie preventive della legionellosi con gli oli essenziali e i loro componenti

In questo studio un esempio di applicazione delle proprietà biologiche degli oli essenziali, in particolare quello di Tea tree, per la prevenzione della contaminazione batterica nei sistemi di distribuzione idrica e negli impianti termali.

Commiphora erythraea. Isolamento e determinazione di furanosesquiterpeni ad attività antivirale

Comunemente chiamato mirra, l’essudato resinoso di diverse piante del genere Commiphora ha una lunga tradizione d’uso, che affonda le sue radici in tempi remoti: da quello a scopo devozionale nei riti religiosi a quello medicinale, senza tralasciare l’impiego nella preparazione di cosmetici e per l’imbalsamazione dei morti nell’antico Egitto. Questo studio conferma le proprietà di una specie usata in Africa per la cura di un ampio ventaglio di patologie.

8-prenilnaringenina in Humulus lupulus

Il luppolo è ricco di prenilflavonoidi, principi attivi di attualità e sempre più studiati per le loro importanti attività fisiologiche, tra cui quelle di tipo estrogenico e perciò utili nella sintomatologia della menopausa. Questo lavoro illustra una ricerca relativa all’estrazione ottimale di queste sostanze, in particolare la 8-PN, mettendo a confronto i diversi metodi e la composizione dei vari estratti.

Pagina 7 di 26

Area Riservata Abbonati GOLD



Entra nella Photo Gallery!

Nuova fotogallery 2014

Sfoglia la Raccolta Phytotherapy Reviews

Sfoglia la Raccolta Phytotherapy Reviews

Abbonamenti

Abbonamento basic
Abbonamento gold

Abbonamento studenti