Storia e scienza

Storia e scienza

Era il 1763 e il reverendo Edward Stone presentò alla Royal Society una relazione sull'uso della corteccia di salice come trattamento della febbre. Poichè le febbri erano spesso associate a paludi, presumibilmente a causa di agenti infettivi trasportati da zanzare, Stone perlustrò zone paludose in ricerca di rimedi. Assaggiò un ramoscello di salice  che trovò amarissimo. Sapendo che il chinino sostanza ugualmente amara, era utile nella terapia della febbre malarica, decise di fare un tentativo con la corteccia di salice. La essiccò, la ridusse in polvere e la sperimentò su cinquanta pazienti con sintomi reumatici. Il tentativo ebbe successo.  Ora si trattava di scoprire l'ingrediente attivo. Nel 1828 gli scienziati isolarono la salicina, così chiamata dalla Salix alba vulgaris, il nome botanico del Salice bianco, e ne dimostrarono l'efficacia terapeutica. Una cinquantina di anni dopo, un chimico di nome Hoffman, basandosi sui lavori di Gerhardt,  riuscì a produrre acido acetilsalicilico in forma pura, inaugurando così l'epoca dell'aspirina. Il nome del prodotto fu coniato anteponendo la "a" di acetil all'espressione "acido spirico", come era noto in origine l'acido salicilico.
(tratto da  Il genio della bottiglia, di Joe Schwarcz - Longanesi editore)

Dalla scoperta della stricnina e della canfora ai farmaci stimolanti

u

Il mirto in medicina, arte e cultura

Il mondo vegetale offre un'infinita serie di strutture complesse ed originali su cui basare lo sviluppo di nuove molecole da destinare al settore farmaceutico piuttosto che a quello erboristico, nutraceutico o cosmetico...

La lunga storia dello Iodio e delle alghe di Bretagna

Quando la scoperta fu nota ai chimici dell'istituto di Francia, i caratteri della sostanza furono studiati a fondo, nientemeno che dal chimico Gay-Lussac, il quale mise a punto il metalloide definendolo con il nome di iodio proprio per il caratteristico colore violetto dei suoi vapori...

Dalla scoperta della cocaina e del curaro ai primi esperimenti di anestesia

Sigmund Freud era interessato a scoprire una nuova terapia per la psicosi e la depressione... aprì anche la strada agli studi ed agli esperimenti sugli effetti psicotici ed euforizzanti...

La via delle spezie

Il viaggio inizia da molto lontano, raccontato da Ernesto Riva nel suo libro... un percorso utilizzato ogni anno sia dai mercanti occidentali che dai loro colleghi asiatici alla continua ricerca di novità da proporre ai consumatori dell'epoca...

Le malattie carenziali e l'utilizzo terapeutico delle vitamine

Le ricerche visiologiche del nostro secolo sulla nutrizione e sulle conseguenti sindromi di carenza nutrizionale, hanno dimostrato che il mantenimento delle funzioni vitali dell'organismo, non è solo assicurato da un sufficiente apporto di proteine e carboidrati, ma anche da altri fattori nutrizionali considerati accessori...
Pagina 9 di 10

Area Riservata Abbonati GOLD



Entra nella Photo Gallery!

Nuova fotogallery 2014

Sfoglia la Raccolta Phytotherapy Reviews

Sfoglia la Raccolta Phytotherapy Reviews

Abbonamenti

Abbonamento basic
Abbonamento gold

Abbonamento studenti